X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Clicca qui per ulteriori informazioni.
Monastero di Sabiona, Castel Branzoll
Monastero di Sabiona

Convento di Sabiona

a Chiusa

Chiamato anche “Acropoli del Tirolo”, il monastero per la sua archeologia, storia e arte merita grande attenzione.

Il monte Sabiona con il suo convento è l’emblema della Valle Isarco e viene definito l’acropoli del Tirolo. Da più di 300 anni Sabiona è un convento benedettino ma la storia del monte comincia qualche tempo prima.
A seguito del trasferimento della sede vescovile a Bressanone, nel 990 circa, a Sabiona venne eretta una rocca vescovile, in gran parte distrutta da un incendio nel 1533. Solo verso la fine del XVII secolo, quando Mathias von Jenner, imprenditore e decano di Chiusa, fondò l’abbazia benedettina, il monte sacro ritornò agli antichi splendori e ritornò ad essere un importante luogo di culto. Salvo alcune modifiche apportate intorno al 1890, l’immagine esterna del convento con le sue chiese e la sua cinta muraria merlata è rimasta praticamente invariata.

Le monache benedettine abitano ancora oggi, in assoluta clausura, il convento sul monte e conferiscono a Sabiona la sua forte aurea spirituale. L’edificio che ospita il convento in sé non è aperto al pubblico, mentre sono visitabili alcune chiese.

1. Castel Branzoll: Proprietà privata, non visitabile.

2. Cappella di Santa Maria o dell Grazie, Santuario della Madonna Sabiona: aperta ogni giorno dalle ore 8 alle ore 18. La piccola e poco appariscente cappella mostra nell’abside ancora resti di una costruzione gotica.

3. Chiesa di Nostra Signora: Al suo interno si trovano affreschi in stile barocco di Stefan Kessler, pittore alla corte del Principe Vescovo di Bressanone, maestosi stucchi di Francesco Carlone e Simon Delai nonché un altare del 1612.
Orari di apertura:
Luglio e agosto: martedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle ore 15 alle18.
Settembre e ottobre: venerdì e sabato dalle ore 14 alle 17.
Nei mesi di luglio ed agosto è prevista una visita guidata al complesso dell'Abbazia di Sabiona: ogni mercoledì alle ore 15 - ritrovo davanti alla Chiesa

4. Chiesa del Convento: aperta ogni giorno dalle ore 8 alle ore 17. Sulle pareti della navata principale sono appesi i battenti laterali del vecchio altare raffiguranti i Santi fondatori Benedetto e Scolastica.

5. Chiesa della Santa Croce: aperta ogni giorno dalle ore 8 alle ore 17. L’interno sorprende per i suoi dipinti virtuosi, probabilmente opera di un artista locale (Johann Baptist Hueber).

6. Convento: Per motivi di clausura delle suore benedettine il convento non è visitabile. Si prega di non suonare al portone per chiedere informazioni.
 
Sabiona è raggiungibile solo a piedi attraverso la Via Crucis (30 minuti) oppure lungo la passeggiata di Sabiona (40 minuti).
Chiesa di Nostra SignoraChiesa di Nostra Signora
Cappella di Santa Maria o delle GraziaCappella di Santa Maria o delle Grazia
Vacanze nella regione d'avventura Chiusa Barbiano Velturno Villandro
teamblau