Keschtnweg | Il sentiero del castagno

Da Velturno a Chiusa

Tappa 2: Da Velturno a Chiusa
La seconda tappa ha inizio nel paese di Velturno e percorrendo il suggestivo paesaggio di mezza montagna fino al colle di Sabiona con il suo Monastero per scendere poi nella cittadina di Chiusa, nota come uno dei “Borghi più belli d’Italia”.

Lunghezza del tracciato: 5,8 km
Salita: 95 m
Discesa: 428 m
Percorrenza media: 1:55 h


Percorso:
Dal centro abitato di Velturno, nei pressi della chiesetta di San Lorenzo e del sito archeologico “Archeoparc” si segue la stradina in direzione sud-ovest fino alla frazione di Pedratz. Dopo un ponticello si gira a destra, oltrepassado il maso “Radoar” (ristoro), si cammina su una stradina sterrata fra campi e frutteti. Dopo una breve salita si giunge su una stradina, dirigendosi a sinistra (scultura di legno alla sinistra) verso un bellissimo castagneto e alcuni vigneti fino al maso “Weinbrenner”.

Dopo un breve percorso all’ombra di un fitto bosco di conifere si arriva al maso “Moar zu Viersch”, collocato in un paesaggio da mozzafiato. Qui, tra un bellissimo prato e un castagneto, dal quale si gode un panorama stepitoso sulle cime dolomitiche delle Odle. Il sentiero si dirige a sinistra verso il maso e gira poi a destra (nei pressi della legnaia) oltrepassando un bellissimo castagneto e dirigendosi verso l’abitato di Pardell (ristori, bottega del contadino) una piccola frazione della città di Chiusa. Proseguendo la stradina a destra dell’osteria “Huber” si lascia alle spalle l’abitato e si apre uno spazio ampio e aperto con una vista sul colle di Sabiona con il suo Monastero.
Il percorso segue la stradina, inizialmente asfaltata, attraversando meleti e campi. Presso il maso “Säbener Hof” la stradina scende in direzione Sabiona e si innesta in una mulattiera a fondo selciato. Questa sale in modo molto deciso e diretto verso il portale settentrionale e all’interno del Monastero. Attraverso una breve galleria si raggiunge la parte inferiore del Monastero e da qui una stradina, completamente acciottolata, conduce in forte discesa verso il centro storico della cittadina di Chiusa (523 m). All’inizio del 900 il borgo medievale si trasformò in “città degli artisti”.

Peculiarità del percorso:
- Castel Velturno con il museo archeologico
- Chiesetta di S. Lorenzo
- Sabiona - l’acropoli del Tirolo
- Città medievale Chiusa

Indicazioni stradali:
Attraverso la Valle Isarco fino a Chiusa e in salita fino a Velturno.

Parcheggio:
Velturno

Trasporto pubblico:
Con il treno fino a Chiusa e con l'autobus fino a Velturno.

Linea 342 da Bressanone a Velturno
Linea 343 da Chiusa a Velturno
Newsletter
Offerte, notizie e cataloghi attuali da Chiusa, Barbiano, Velturno, Villandro
Cercare una camera
Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Clicca qui per ulteriori informazioni.