Pianifica ora
Dachmarke Suedtirol
Pianifica ora
telephone-white Chiamaci email-white Scrivici whatsapp-white WhatsApp arrow-white 360° View
herz-jesu-tradition-frieder-blickle-idm-2

I fuochi del Sacro Cuore

Tra Croci e Fiamme

Ogni anno, nella terza domenica dopo Pentecoste o una settimana dopo Corpus Domini, in tutto l'Alto Adige si accendono i fuochi del Sacro Cuore di Gesù. I fuochi spesso assumono la forma di simboli religiosi come il Cuore di Gesù, croci o iscrizioni come INRI o IHS.

La tradizione di accendere fuochi intorno al solstizio d'estate risale al XII secolo, quando i fuochi solstiziali o di San Giovanni segnavano l'inizio dell'estate. Tuttavia, il motivo per cui oggi celebriamo questa usanza è molto diverso:

L'origine risale al XVIII secolo, all'epoca di Napoleone, che tentò di conquistare tutta l'Europa. Nella primavera del 1796, l'esercito di Napoleone si trovava davanti alle Alpi, cogliendo di sorpresa i Tirolesi e lasciandoli totalmente impreparati per l'imminente guerra. Di conseguenza, il consiglio tirolese decise di cercare aiuto divino, affidando la Contea del Tirolo al "Sacro Cuore di Gesù". Poco dopo, i Tirolesi trionfarono effettivamente sui francesi.

Da allora, la terza domenica dopo Pentecoste commemora questa solenne promessa, accendendo i fuochi del Sacro Cuore per esprimere il legame con la patria attraverso simboli cristiani.