Pianifica ora
Dachmarke Suedtirol
Pianifica ora
Chiamaci Scrivici WhatsApp 360° View

Mercatino di Natale a Chiusa

Luci scintillanti

Qualcosa di magico sta accadendo nella città, che si è vestita a festa per l'annuale mercatino di Natale. Figure vestite in modo stravagante si aggirano qua e là per i vicoli, portando lanterne e nascondendo i loro visi con cappucci.

Chi lo sa. Le dimentichiamo in fretta quando entriamo nella cittá medievale di Chiusa alla luce scintillante di centinaia di candele. Che atmosfera calda in questa gelida notte d'inverno. La porta della chiesa si spalanca invitante ed entriamo in una mostra di presepi storici che ci fanno tornare in mente perché celebriamo questo Natale e, in definitiva, perché siamo venuti a questo mercato.
Che atmosfera calda in questa gelida notte d'inverno.
Gli altoatesini sono da sempre dei creativi del presepe. Quella che mi piace di più è quella in cui Giuseppe, Maria e il neonato Gesù si rifugiano in una pentola scartata. Rammenta molto a una stalla trovata in difficoltà. Un altro presepe rappresenta la città medieval di allora. Rabbrividisco alla sua vista e all'idea di come potessero essere allora i freddi inverni quaggiù sul gelido Isarco.

All'esterno, davanti alla chiesa, le prime bancarelle aspettano con guanti di lana, le popolari pantofole di feltro, ciambelle fresche dolci o salate e pane contadino dal forno a legna. L'intagliatore di legno Gerhard Ploner di Gufidaun è visibilmente orgoglioso tra gli oggetti di un'intensa stagione di intaglio. A pochi metri di distanza, Martino Luciano vende riproduzioni di vecchie foto dell'Alto Adige. Gli abitanti del luogo sono alla ricerca di vedute dei loro villaggi di un secolo fa.

Molti negozi di Chiusa sono aperti al pubblico. L'acquisto di regali non è mai stato così piacevole come qui, tra arte, artigianato e delizie. Il primo vin brulé viene infine servito sulla piazza della chiesa. Un piccolo fuoco crepita e scoppietta nella ciotola del fuoco, dove turisti e locali chiacchierano tenendo le mani sulle fiamme riscaldanti. Insieme a loro ci sono tre uomini che sembrano principi delle Mille e una notte.

La piazza Tinne è il centro del mercatino di Natale e un luogo di delizie. Spiedini di frutta al cioccolato e mandorle tostate, vin brulé, brulé di mele, canederli dolci e specialità alle erbe sono disponibili qui - tutto ciò che il cuore e il palato desiderano.
Chiusa, che ad ogni passo si trasforma sempre più nella Betlemme del 24 dicembre di oltre 2000 anni fa.
I visitatori del mercatino di Natale si riuniscono improvvisamente intorno a una coppia con un asino. Sono Giuseppe e Maria. Maria è in stato di avanzata gravidanza, così come l'asino che hanno con loro. Insieme a loro, camminiamo per Chiusa, che ad ogni passo si trasforma sempre più nella Betlemme del 24 dicembre di oltre 2000 anni fa. Andiamo di porta in porta, veniamo respinti, ci congeliamo con loro e alla fine, con l'aiuto di un mendicante, troviamo una stalla dove nascerà Gesù. Il piccolo fienile si trasforma in un presepe vivente. Le figure incappucciate fanno la guardia come pastori alla porta, mentre i principi si rivelano essere re, che creano una vera atmosfera natalizia con il loro canto a tre voci.

Testo: Sylvia Pollex
Foto: Thomas Rötting, Tiberio Sorvillo, Koni Studios
Pubblicazione: 2022